Mercato champagne 2017: i primissimi dati

Ecco un’anteprima del report sull’andamento del mercato dello champagne per quanto riguarda l’anno passato, quindi il 2017. Non si tratta ancora dei dati ufficiali del CIVC e non sono completi in quanto manca ancora l’importantissimo mese di dicembre 2017, però possiamo già parlare di una… ‘gran bella annata’. Infatti, dopo la lieve flessione del 2016, i numeri sembrerebbero ritornare ai livelli del 2015 (312,5 milioni di bottiglie), con una previsione superiore ai 311,2 milioni di bottiglie.

Continua a leggere

Femme 1995: un grande champagne di una grande annata in… doppia declinazione!

Nel 1991, poco prima di morire, Jean-Charles Duval-Leroy convocò tutti i dipendenti della maison e disse loro di essere condannato da un male incurabile e di avere intenzione passare il timone della maison alla moglie Carol. E aggiunse: “se non credete in lei, potete andare via immediatamente”. Poi, in privato, fece promettere alla stessa moglie che avrebbe sviluppato la maison per passarla, un giorno, ai tre figli. Una grande donna, un eccezionale personaggio della Champagne: Carol Duval-Leroy, PDG della maison omonima.

Continua a leggere

Un gradito ritorno con un gran bello champagne

In Italia abbiamo una pessima opinione delle cooperative vitivinicole, ma in Francia le cose stanno diversamente, come dimostrano in maniera particolare numerose realtà del genere nella Champagne. La maggior parte di queste fornisce uve e mosti (a volte perfino bottiglie sur lattes…) a molti produttori di champagne, anche di primissimo piano, altre, fermo restando questa attività, producono pure champagne a proprio marchio.

Continua a leggere

Annamaria Clementi Rosé 2008: la grande signora della Franciacorta

Curioso come mi sia trovata ad assaggiare la Annamaria Clementi 2008 nella sua versione in rosa. La bottiglia mi è stata portata una sera da Alberto, convinto che fosse una seconda della sorella ‘bianca’, assaggiata insieme e che mi aveva chiesto di riassaggiare (cosa che, a questo punto, dovremmo fare a breve…). Invito un amico, Fabrizio Bandiera, appassionato di bollicine, con una rinnovata ammirazione per la Franciacorta e in particolare per Ca’ del Bosco, felice di condividere con lui l’opportunità di degustare quest’ultima annata.

Continua a leggere

Partenza col botto: Cristal Rosé 1995 Vinothèque!

Buon 2018 a tutti, innanzitutto! Chissà se anche quest’anno in Champagne varrà quella che ho battezzato ‘la regola dell’8’ (annate come 1988, 1998, 2008 e per certi versi anche 1978 sono eccezionali)… lo sapremo tra una decina di mesi, alla vendemmia, intanto godiamoci l’Anno Nuovo! Bene, nel frattempo la fine del 2017 ha visto l’arrivo sul mercato di uno champagne d’eccezione: la ‘versione’ Vinothèque del Cristal, con l’annata 1995.

Continua a leggere

Last minute: cinque champagne per l’ultimo dell’anno da comprare sotto casa

Poche ora all’arrivo dell’anno nuovo. Senza dubbio ci si è organizzati per tempo tra pietanze e vini, ma può sempre capitare l’emergenza dell’ultimo minuto… Un invito inatteso, la mancanza dell’irrinunciabile bottiglia per mezzanotte e tra poche ore tutti i negozi chiudono. Che fare? E, soprattutto, come fare? Bene, ecco il consiglio per cinque bottiglie di champagne da trovare facilmente sotto casa (dall’enoteca a negozi anche meno specializzati) e che permettono di celebrare nel migliore die modi l’anno nuovo.

Continua a leggere

Cinque top champagne per chiudere l’anno alla grande!

Stiamo per salutare il 2017 e la fine dell’anno fa segnare senza dubbio il picco nel consumo dello champagne. L’appassionato avrà già selezionato per tempo le bottiglie da stappare, ma molti – la maggior parte – decidono spesso alla fine quale bottiglia sugellerà la fine dell’anno passato e l’inizio del nuovo. In questa piccola rassegna suggeriamo cinque champagne ‘di peso’, per rendere veramente indimenticabile questo momento di festa…   Diebolt-Vallois Fleur de Passion 2007 Ultima visita da questo piccolo, bravissimo produttore di Cramant.

Continua a leggere

Consigli flash: Trousset-Guillemart Rosé

Un altro rosé e un altro rosé certamente per tutti, complice anche il prezzo molto competitivo (meno di 40 euro). È un assemblaggio delle tre uve con poco meno del 10% di vino rosso (da Pinot Noir) e dosaggio basso (4,5 g/l) prodotto da questo giovane (2008) vigneron della cosiddetta Petite Montagne. Come i rosé di razza, marca più gli agrumi rossi che il frutto e rispetta perfettamente lo stile della maison con una personalità improntata a grande freschezza e netta pulizia.

Continua a leggere

Consigli flash: Charles Heidsieck Brut Réserve

Ancora poco conosciuto in Italia (così come la stessa maison…), all’estero, invece, questo champagne gode di una solidissima reputazione. Creato da Daniel Thibault nel 1985, evoluto da Régis Camus nel 2007 e oggi curato da Cyril Brun, è uno champagne eccezionalmente piacevole e lo è per tutti, da chi si accosta in maniera estemporanea allo champagne al grande appassionato. E anche nel suo ultimissimo tiraggio, quello presente ora sul mercato, basato sulla vendemmia 2010, non delude certo ma, anzi, conferma la sua ambizione al gradino più alto del podio della categoria.

Continua a leggere