Uno champagne d’autore: Maillart 2008

Piano piano, abbiamo imparato a conoscere Nicolas Maillart, piccolo produttore (RM) in quel di Ecueil che sta portando avanti con passione e abilità la tradizione più che secolare della famiglia. Noto soprattutto per il suo champagne di punta, Les Francs de Pied, Nicolas si sta invece facendo apprezzare con tutta la gamma, con champagne di forte personalità, complessi, ma anche piacevoli, come abbiamo avuto di vedere con l’ultima edizione di Grandi Champagne, ora disponibile anche come ‘app’.

Continua a leggere

Grandi Champagne: è arrivata l’app!

Ha appena debuttato sugli store (Apple e Google) la versione elettronica della guida Grandi Champagne. Sui suddetti store è disponibile per il download la versione ‘free’, che comprende solo tre produttori, ma senza alcun posto permette di verificare la bontà del prodotto, nonché, ovviamente, quella a pagamento. Che costa solo 5,99 euro (prezzo molto competitivo, permetteteci di sottolinearlo!) e questo costo è una tantum. In altre parole, una volta acquistata l’app non dovete più pagare altri fee e anche gli eventuali aggiornamenti saranno gratuiti.

Continua a leggere

Una giornata (indimenticabile) alla Louis Roederer: la verticale di Cristal!

(III PARTE) Alla mia straordinaria esperienza di 24 ore alla Louis Roederer mancava solo il gran finale, che ha preso luogo, ça va sans dire, in una location d’eccezione: la residenza storica della famiglia Roederer.

Continua a leggere

Envie de champagne: consigli per l’estate

Siamo (finalmente) in estate, la stagione che, insieme alle feste natalizie, vede tradizionalmente aumentare il consumo di champagne, nonostante siamo, per fortuna, sulla buona strada della ‘destagionalizzazione’ di questo grande vino. D’altronde, in estate, tra aperitivi nel tardo pomeriggio, magari al rientro dal mare, pranzi sfiziosi a base di pesce, cene frizzanti con gli amici, lo champagne non rappresenta semplicemente quel qualcosa in più, ma… diventa addirittura un must.

Continua a leggere

Leclerc Briant Brut Réserve: candidato al podio

Viste le numerose richieste in merito, stavo preparando un articolo dedicato ai ritrovamenti nelle proprie cantine di vecchie bottiglie di champagne, ma poi mi è sembrato giusto dare la precedenza alla recensione di un’etichetta, quindi ancora qualche giorno di pazienza per quest’articolo… Frédéric Zeimett, Direttore Generale della maison e senza alcun dubbio artefice della rinascita di Leclerc Briant. Tutto ciò perché la scorsa settimana ero a Lecce, anzi a Vernole presso quell’ottimo ristorante che risponde al nome di Don Fausto per una super edizione di ‘Cinque Chiacchiere di Champagne’.

Continua a leggere

Dom Pérignon e la cinquina di Richard: 2002-2006

Vale soprattutto per me: sono talmente ben abituato a quei ‘mostri’ di P2 e P3 da dimenticarmi troppo spesso il classico Dom Pérignon, il Vintage (che poi è il vino da cui derivano i suddetti ‘mostri’…). Nato nel 1936 con l’annata 1921, ha poi conquistato la sua piena identità nel 1947 per spingersi fino all’attuale 2006, per un totale di 40 annate ‘dichiarate’ finora. Che poi significa aver millesimato quasi cinque volte per decade, in media. Poco o tanto? Dipende.

Continua a leggere

Roederer e l’annata 2009: dopo il Cristal, è la volta del Brut Vintage

Lo champagne più noto di Louis Roederer è senza dubbio il Cristal, di cui abbiamo già scoperto in anteprima il nuovo 2009. Ma, storicamente, quindi prima della nascita del suddetto Cristal, lo champagne che stava più a cuore allo stesso Louis Roederer I era un altro, il Vintage. Non a caso, il fondatore acquistò nel 1845 ben 15 ettari di vigneti, proprio a cavallo dei villaggi di Verzenay e Verzy, per produrre questo ‘nuovo’ champagne. Nuovo perché il millesimato era nato solo 35 anni prima con l’intuizione di M.me Clicquot.

Continua a leggere

Il racconto di una giornata a dir poco memorabile da Bollinger: 1969-1830!

Ci son cose che capitano, forse, una volta nella vita. E capitano a pochissimi fortunati. Ecco, nel mio (fortunato) caso mi riferisco all’evento che Bollinger ha organizzato la settimana scorsa e che, se permettete, ve lo racconto, sperando di non suscitare cattivi pensieri nei miei confronti… Facciamo un passo indietro nel 2010, quando in Bollinger, a seguito della scoperta di una cantina di cui si era persa memoria, anche perché allagata, si rendono conto di avere un patrimonio di bottiglie che sarebbe a dir poco un peccato perdere.

Continua a leggere

André Jacquart fa il bis anche con il 2008!

Chi segue questo sito conosce la mia predilezione per questa piccola realtà di Vertus, creata solo nel 2004 da Marie Doyard, rampolla di una storica famiglia champenoise. Oddio, Vertus, sì, ma più come sede che come vigneti, perché il pezzo forte delle proprietà di Marie si trova nel villaggio Grand Cru di Le-Mesnil, con ben 16 ettari su 24 totali.

Continua a leggere

Grandi Champagne: è in arrivo l’app!

Viviamo nell’era digitale, pertanto, anche se la guida cartacea è irrinunciabile e rimarrà sempre il nostro punto di forza, non possiamo esimerci dalla versione elettronica… Quindi “Grandi Champagne 2016-17” debutterà a brevissimo anche come “app”, tanto per iOS quanto per Android. Attenzione, si tratterà di una “app” e non di un mero PDF sfogliabile, il che significa piena interattività con funzione di ricerca e filtraggio di categorie, maison, piena operatività off-line, ecc. Rispetto alla versione cartacea avrà qualche scheda in più e sarà periodicamente aggiornata con le nuove annate.

Continua a leggere