La grande verticale di Belle Èpoque all’Enoteca Pinchiorri

(II PARTE) Come promesso, entriamo nel vivo del racconto della bella verticale di Belle Èpoque tenutasi all’Enoteca Pinchiorri. Nel vivo perché vede protagoniste una serie di annate eccezionali e tuttora inimitate in Champagne. A cominciare dalla 1998, che non è stata solo una splendida annata (la ‘regola’ dell’8, come mi piace ricordare…), ma anche una estremamente simbolica per Perrier Jouët, scelta per celebrare il Bicentenario della sua fondazione e, quindi, per la cantina dedicata.

Continua a leggere

10 annate di Belle Èpoque, Hervé Deschamps, un gruppo di amici e… la cucina dell’Enoteca Pinchiorri

(I PARTE) Avevamo mancato, il sottoscritto e quel gruppo di grandi appassionati che sono Orazio Vagnozzi, Marco Maffei, Maurizio Tarquini, Roberto Schneuwly (Stefano Azzolari era purtroppo assente per impegni improrogabili) per il nostro classico appuntamento annuale, iniziato con Dom Pérignon e proseguito con Krug, nel senso che nel 2016 non eravamo riusciti a vederci.

Continua a leggere

Anteprima: ecco la Belle Èpoque 2008!

Un’altra anteprima, sì! D’altronde, con l’approssimarsi della fine dell’anno, sono diversi gli champagne che debuttano sul mercato. È ora la volta della nuova annata della cuvée de prestige di Perrier Jouët, quella celeberrima Belle Èpoque di cui su questo sito abbiamo avuto modo più volte di parlare, della sua storia, delle sue più vecchie annate.

Continua a leggere

Belle Èpoque: arrivano le nuove annate!

A distanza di un paio d’anni dal lancio delle precedenti annate, arrivano ufficialmente le nuove di Belle Èpoque, non tanto la cuvée de prestige di Perrier-Jouët, quanto il grande champagne, l’essenza della maison di Epernay. A onor del vero, lo scorso anno avevamo registrato l’arrivo di una Belle Èpoque, ma si trattava della singolare Edition Première targata 2007. Invece, ora, è la volta della Belle Èpoque ‘classica’ (2007) e delle sue splendide declinazioni come Blanc de blancs (2004) e Rosé (2006).

Continua a leggere

40 anni di Belle Èpoque

È uno degli champagne più raffinati ma, purtroppo, non così noto, almeno in Italia, e nonostante la bottiglia finemente decorata lo renda molto riconoscibile. È la Belle Èpoque, la cuvée de prestige di Perrier-Jouët, caratterizzata dalla tipica bottiglia con anemoni ideata nel 1902 da Emile Gallé, esponente dell’Art Noveau. L’idea di una cuvée de prestige in casa Perrier-Jouët è, infatti, relativamente recente, ma poi il progetto di questo nuovo champagne top de gamme fu accantonato.

Continua a leggere