Una giornata memorabile con Anselme Selosse tra Lieux-Dits e dosaggi

Ultimamente sto andando in Champagne anche più frequentemente del solito, d’altronde devo man mano portare, presentare la guida a tutti i produttori recensiti nell’ultima edizione… Così, nel corso del viaggio della scorsa settimana, insieme alle amiche sommelier Alessia Occhipinti e Vania Valentini con me per l’occasione, tra le varie visite era prevista anche quella al mitico ‘Domaine Selosse’. Appuntamento alle 9:00 all’Hotel Les Avizes, l’oramai celebre struttura ricettiva di Selosse adiacente alla cantina (tra l’altro in fase di piccola ristrutturazione) in una giornata a dir poco gelida.

Continua a leggere

Initial, la porta d’ingresso al mondo di Selosse

Alzi la mano chi non conosce Anselme Selosse! Credo di non fare torto a nessuno quando dico che prima di quest’uomo c’era un modo di fare champagne e dopo di lui tutto un altro, almeno da parte di alcuni produttori e di un certo tipo di champagne, più territoriale. Guardando alla sua terra, il giovane Anselme si è fatto un’idea: doveva andare contro le rese elevate e l’uso della chimica per esaltare invece il terroir perseguendo una viticoltura organica.

Continua a leggere

Il fascino in “nero” dello champagne Ulysse Collin

Nonostante il tuttora irrisorio numero di bottiglie prodotte, Olivier Collin si è fatto rapidamente conoscere e apprezzare dagli appassionati. Questo bravissimo “allievo” del grande Anselme Selosse ha debuttato con un blanc de blancs che ora si è evoluto in due etichette, sempre 100% Chardonnay, ovviamente, frutto di due singoli vigneti rispettivamente: Les Pierrières e Les Roises. Ma di questi due eccellenti champagne e della storia di Olivier parliamo nella seconda edizione della guida Grandi Champagne (la cui stampa è quasi terminata…).

Continua a leggere