La strana storia del (eccellente) Jacquesson 1969

In occasione dell’anteprima della Cuvée 736 DT, ho parlato dell’ultima visita da Jacquesson come di un’esperienza straordinaria. Straordinaria per l’accoglienza, straordinaria per le anteprime esclusive, alcune delle quali saranno nella prossima edizione della guida Grandi Champagne (a proposito, la promozione della Limited Edition scade tra meno di 20 giorni!) dopo che i fratelli Chiquet avranno deciso tra 2008 e 2009, straordinaria anche per le altre bottiglie che i due hanno generosamente deciso di offrire ai presenti, tra grandi vini e vecchie annate di Jacquesson.

Continua a leggere

Jacquesson Cuvée 736: è in arrivo l’attesissimo DT!

Gli champagne Dégorgement Tardif hanno da sempre rappresentato un piccolo tesoro in casa Jacquesson, trattandosi di vecchie bottiglie rimaste più a lungo sui lieviti. Quando Jean-Hervé e Laurent Chiquet lanciarono questa linea, scelsero ovviamente bottiglie antecedenti al loro ingresso campo (1988), ma da allora in poi sono man mano arrivate le loro creazioni, quindi Avize e Millésime. Almeno fino al 2014, quando a sorpresa i due fratelli hanno presentato una novità in seno alla linea DT, la Cuvée 700 in questa particolare riedizione.

Continua a leggere

L’eccellenza di Jacquesson: di bene in… meglio!

(II PARTE) Come promesso, eccomi a raccontare le altre novità di Jacquesson che ho avuto la fortuna (e l’onore…) di assaggiare insieme a Jean-Hervé Chiquet. Oltre alla Cuvée 739 e alla Cuvée 735 DT viste la scorsa volta, andremo subito a scoprire gli altri champagne che fanno del ‘Programme 2016’ e che, pertanto, usciranno via via nel corso della seconda parte di quest’anno.

Continua a leggere

Può l’eccellenza crescere? A vedere la Jacquesson di oggi… sì!

(I PARTE) Tra i grandi nomi dello champagne, Jacquesson è senza dubbio uno dei più noti e apprezzati. Anzi, è uno dei pochi che è assurto al mito. E, nonostante questa piccola maison di Dizy vanti una storia d’eccezione (ai Jacquesson di devono diverse ‘invenzioni’ nel mondo dello champagne), questo ingresso nel mito si deve all’ultima proprietà, la famiglia Chiquet.

Continua a leggere

Ritorna il clos di Jacquesson: è la volta del 2002!

Buon 2016 a tutti! Bene, inizio il quinto anno di LeMieBollicine con una maison a me particolarmente cara: Jacquesson. E inizio raccontando una bottiglia molto particolare di questa bellissima maison, una bottiglia ahimè molto rara che ha rappresentato una sorta di esperimento per i fratelli Chiquet. Mi riferisco a Le Clos, di cui ho avuto modo di parlare dell’annata 2000 un anno e mezzo fa, con la promessa di raccontare in altro momento la seconda e ultima annata di questo champagne, la 2002.

Continua a leggere

Jacquesson Avize D.T. 1989: al top di quest’annata

Quando, nel 1988, Jean-Hervé Chiquet e suo fratello Laurent presero dal padre le redini di Jacquesson, diedero il via a una piccola rivoluzione – o, forse, dovremmo dire evoluzione? – che si è conclusa del tutto nel 2012, con la trasformazione del Terres Rouges da rosé a blanc de noirs. Nel frattempo, ne abbiamo viste tante e di belle. Ad esempio, già l’anno seguente il loro arrivo in maison, i due fratelli decisero di dare vita un blanc de blancs millesimato frutto del solo Grand Cru di Avize, dove possedevano alcuni vigneti.

Continua a leggere

Champagne Jacquesson: il coraggio (e la bravura) dei fratelli Chiquet

Nel corso del mio ultimo viaggio, in attesa dell’arrivo del mio piccolo gruppo, son passato a salutare alcuni amici champenois. Tra i quali Jean-Hervé Chiquet, proprietario insieme al fratello Laurent di Jacquesson, anzi, anima della maison insieme a questi e, soprattutto, autentico signore dello champagne e della Champagne. Il grande Jean-Hervé Chiquet, proprietario e anima di Jacquesson insieme al fratello Laurent. Più d’ogni altra cosa, Jean-Hervé è un vero signore dello champagne, nonché un amico che lo rispetto e mi rispetta.

Continua a leggere

Jacquesson Cuvée 738: ancora tu…

No, stavolta non è come cantava il grande Lucio Battisti “ma non dovevamo vederci più?”, perché avevo detto che sarei tornato sull’argomento, ma non credevo proprio che sarebbe stato così presto. A ogni modo, dopo la degustazione della Cuvée 738 ero rimasto un po’ spiazzato: non propriamente deluso, no, ma perplesso sì. Come detto in più di un’occasione, amo Jacquesson e ritengo le Cuvée 7xx ottimi champagne, dalla grande personalità, sempre più affascinanti con gli anni, e ogni nuova uscita dalle cantine di Dizy mi riempie puntualmente di curiosità.

Continua a leggere

Anteprima Jacquesson: è in arrivo la Cuvée 738!

Anche grazie alla recente intervista del buon Gennaro Iorio ai fratelli Jean-Hervé e Laurent Chiquet, i signori Jacquesson, abbiamo conosciuto meglio il loro non millesimato Cuvée 7xx, soprattutto abbiamo capito una volta per tutte perché non possiamo chiamarlo semplicemente brut sans année. O meglio, perché, pur essendo di fatto tale, è ben diverso dagli altri: è il miglior assemblaggio possibile in quell’annata e i vins de réserve servono non a cancellare l’impronta della vendemmia, ma ad aumentare la complessità del vino.

Continua a leggere

Alla scoperta di Jacquesson con Jean-Hervé & Laurent Chiquet

Pubblico veramente con grande piacere questa bella intervista dell’amico Gennaro Iorio (Chef Caviste all’Hôtel de Paris di Montecarlo) ai fratelli Jean-Hervé e Laurent Chiquet, proprietari, anzi anima di Jacquesson. Una lettura molto interessante per scoprire a fondo questa piccola maison d’eccellenza… Consiglio di leggere con attenzione la parte relativa alla Cuvée 700, che si pone in maniera esattamente opposta ai classici brut sans année.

Continua a leggere