Krug, la Grande Cuvée (ancora ‘lei’…) e l’annata 2004

Dopodomani inizia la stampa dell’edizione 2018-19 della guida Grandi Champagne. Va bene, sarò di parte, ma questa edizione non rappresenta semplicemente la naturale evoluzione delle precedenti, come fu dalla prima alla seconda e da questa alla terza, ma sarà una sorta di rivoluzione. Ancora un po’ di pazienza e vi rivelerò tutti i dettagli. A proposito di guida, devo confessare che se sto pubblicando un solo pezzo a settimana qui su LeMieBollicine è proprio a causa dell’immensa mole di lavoro della guida: non appena pronta, ritornerò ai consueti due articoli.

Continua a leggere

Krug cala l’asso: Collection 1990!

Muovevo i primi passi nel meraviglioso mondo dello champagne quando mi imbattei per la prima volta nel Krug 1990. Nonostante la limitata esperienza dell’epoca, fu amore a prima vista e, da allora, ogni incontro con questo champagne magnifico è sempre stato foriero di soddisfazioni, piacere, esaltazione. Gli ho tributato 99/100, punteggio stratosferico, giusto un gradino sotto la perfezione, toccata invece dal Krug 1988 e dal Krug Collection 1985 in magnum.

Continua a leggere

Metti una serata champagne quando ti imbatti in qualche grande Krug del secolo scorso…

Finalmente è finita l’estate. Per noi appassionati è la scusa che si reitera ogni volta per ritrovarsi e scaldarsi il cuore, con grandi bottiglie. Eccoci quindi in un’affascinante serata autunnale, i soliti amici e il consueto appuntamento davanti a un tavolo per discutere (e gioire) di bollicine, millesimi, piccoli vigneron e grandi maison. Un breve scambio di messaggi, idee e la decisione del tema della serata arriva presto. Finalmente tocca a ‘lui’, tocca a Krug! Nessuno champagne riesce ad accendere gli animi come questo, anche stavolta ne ho conferma.

Continua a leggere

Krug e l’annata 2002: è la volta del Clos du Mesnil

Tra le varie annate di Krug, la 2002 è stata senza dubbio la più attesa dalla maggior parte degli appassionati (personalmente, invece, aspetto con ansia la 2008, ma c’è tempo…). Non a caso, il Krug 2002 (mi ha detto Olivier che si dice così e non Vintage 2002…) è di fatto già esaurito e gli esemplari in giro vedono il prezzo salire costantemente, per buona pace della maison che non voleva capitasse tutto ciò.

Continua a leggere

Krug Grande Cuvée: ancora tu…

Beh, non solo non si è minimamente spento il clamore del Vintage 2002, l’attesissimo, nuovo millesimato di Krug, ma, come detto lunedi scorso, è partita una vera e propria caccia a questo champagne… Forse anche perché, oltre alle grandissime aspettative, se n’è parlato tanto, forse troppo, a volte anche a sproposito, per non parlare del fatto che qualcuno gli ha tributato punteggi da capogiro.

Continua a leggere

Il Krug Collection 1985 (in magnum…) vale il mio quarto 100/100!

Potremmo definire questa come la ‘settimana Krug’, visto che parlerò tanto oggi quanto il prossimo giovedi della mitica maison di Reims. A proposito, nonostante la stessa Krug abbia detto che farà di tutto per evitare fenomeni speculativi con il Vintage 2002, invece sembra già partita la caccia a questo champagne e proprio in questi giorni sto sentendo da più parti di affannosi tentativi di acquisto… Olivier Krug, sesta generazione di questa famiglia d’eccezione e, oggi, direttore della maison omonima.

Continua a leggere

Anteprima: arriva il Vintage 2002 di Krug!

Se non erro, è l’ultimo champagne millesimato figlio dell’annata 2002 ad arrivare sul mercato. E, come avvenuto a suo tempo con il Grand Vintage di Moët, debutta dopo il 2003. Sto parlando dell’attesissimo Vintage 2002 di Krug, tra l’altro l’ultimo vendemmiato come responsabile dal grande, compianto e indimenticabile Henri Krug. Così, oggi tocca a suo figlio Olivier tenere a battesimo questo nuovo millesimato… Devo fare un tributo personale al grande Henri Krug: il 2002 fu il suo ultimo anno con un ruolo attivo nella maison.

Continua a leggere

La grande verticale di champagne Krug a La Pergola insieme a Olivier Krug

(II PARTE) Come promesso, ecco la seconda parte di quello straordinario evento che si è svolto il 21 ottobre scorso al ristorante ‘tre stelle’ di Roma, La Pergola, quindi la verticale di Krug dal 2003 al 1962, alla presenza dello stesso Olivier Krug.

Continua a leggere

Un’esperienza indimenticabile: Olivier Krug, i “suoi” champagne e la grande cucina di Heinz Beck

(I PARTE) Giusto un anno fa, grazie all’iniziativa di un gruppo di amici appassionati, venivo coinvolto in una memorabile verticale di Dom Pérignon in quel tempio della cucina che risponde al nome di La Pergola, il mitico ristorante tre stelle Michelin di Roma. Quest’anno, gli stessi amici mi contattano per il bis, ma, fermo restando la location (sempre La Pergola) pensano di puntare a Krug come champagne della serata, sempre in verticale, ovviamente.

Continua a leggere

Krug Grande Cuvée: il punto della situazione

Le degustazioni della nuova edizione (2016-17) della guida Grandi Champagne, oramai in dirittura d’arrivo, ci hanno messo di fronte a diverse esperienze di assaggio. Come quella, in seno alla gamma Krug, che ha visto ben tre Grande Cuvée: quella basata sull’annata 2006 (ID 214032), quella figlia della vendemmia 2003 (ID 313052) – entrambe in questo momento sul mercato – e una chicca con dégorgement 1990.

Continua a leggere