Vendemmia 2015 in Champagne: l’analisi dettagliata di Jean-Baptiste Lécaillon

Il 18 settembre è terminata la vendemmia per Louis Roederer, la prima con la Champagne patrimonio dell’Unesco… I 600 vendemmiatori che lavorano per la maison di Reims hanno lasciato i vigneti e nelle cantine di rue de Savoye le vinificazioni procedono a pieno regime sotto l’occhio attendo di Jean-Baptiste Lécaillon. E proprio il bravissimo chef de cave, dopo un primo, sintetico commento, ha detto la sua su questa vendemmia, stavolta in maniera molto dettagliata. Riferita, ovviamente, ai 240 ettari di proprietà di Louis Roederer. Vediamo.

Continua a leggere

Vendemmia 2015 in Champagne: è partita!

Tre giorni fa, 29 agosto, nel perfetto rispetto della tabella di marcia compilata da CIVC (qui il PDF con tutte le date) è iniziata la vendemmia in Champagne. Il primo villaggio autorizzato a raccogliere le uve – nel caso lo Chardonnay – è stato Montgueux nell’Aube, giusto alla porte di Troyes. Per questa vendemmia 2015, la resa massima di uva è stata fissata in 10.000 Kg per ettaro (quindi meno degli ultimi anni) più ulteriori 500 Kg come riserva, “sbloccabile” da febbraio 2016.

Continua a leggere

Ancora sulla vendemmia 2014 in Champagne

Dopo le prime anticipazioni sulla vendemmia 2014 in Champagne, abbiamo intuito che le potenzialità dell’annata vanno dal molto buono all’ottimo, anche se è ancora presto per dare un giudizio definitivo. Insomma, bisogna aspettare l’assaggio dei vins clairs, ma, nel frattempo, sentiamo altri autorevolissimi pareri di grandi personaggi dello champagne, sempre ben suddivisi tra RM e NM. Laurent Champs Champagne Vilmart Un grandissimo produttore, forse ancora non troppo conosciuto nonostante, oramai, i suoi champagne si muovano costantemente su livelli di eccellenza.

Continua a leggere

Vendemmia 2014 in Champagne: le prime impressioni

Oramai siamo agli sgoccioli e, dopo poco più di 20 giorni (è iniziata il 10 settembre) la vendemmia in Champagne è oramai terminata. Grazie alle splendide giornate in cui si è svolta la raccolta delle uve (sole e caldo, anche troppo, fino quasi a 30°C!), gli champenois sono fiduciosi e qualcuno sussurra, incrociando le dita, di una grande annata. Soprattutto per lo Chardonnay. Molto buono anche il Pinot Noir, mentre sembra aver sofferto un po’ il Pinot Meunier.

Continua a leggere

Ancora sulla vendemmia 2013 in Champagne

Come promesso, ecco altri autorevolissimi commenti sulle vendemmia appena terminata in Champagne. Nel caso, ecco le parole di due importanti chef de cave di altrettante grandi maison, Benoît Gouez di Moët & Chandon e Didier Mariotti di G.H. Mumm. Benoît: “La vendemmia è appena terminata (6 giorni fa, N.d.R.), pertanto è troppo presto per parlare della qualità dei vini, anche perché il periodo della fioritura è stato piuttosto contrasto. A ogni modo, mi aspetto una serie di grandi vini, mentre con altri sarà quasi una sfida lavorarci.

Continua a leggere

Champagne: com’è andata la vendemmia 2013?

Si è appena conclusa la tanto attesa vendemmia in Champagne, ma com’è andata? In linea di massima molto bene, sconfessando così definitivamente chi aveva gridato al disastro ad agosto, dopo le grandinate che avevano colpito più altre AOC che la Champagne… Iniziamo dall’organo ufficiale, ovvero dal CIVC, che parla di “un’altra annata divertente per la Champagne. Dopo un inverno freddo e umido, una primavera particolarmente cupa, molto fresco e piovosa, le viti hanno cominciato il proprio sviluppo con una quindicina di giorni di ritardo medio sulla media del decennio.

Continua a leggere

Vendemmia in 2013 in Champagne, cosa ci aspetta?

   Che tipo di annata sarà stata la 2013 in Champagne? Che tipo di vendemmia ci si aspetta e quando? Secondo Dominique Demarville, chef de cave di Veuve Clicquot, “non inizierà prima del 18-20 settembre, quindi in ritardo di un paio di settimane rispetto alla media degli ultimi anni. Probabilmente cominceremo a Cumières e nei Sezannes, ma sulla qualità è ancora presto per parlare. A oggi la resa sembra discreta e i grappoli in salute, ma speriamo che il buon tempo si mantenga”.

Continua a leggere

In Champagne si vendemmia: l’opinione di Jean-Bapiste Lécaillon (Roederer)

La maison Louis Roederer inizia oggi la propria vendemmia: per i prossimi quindici giorni, 600 persone suddivise in piccoli gruppi si occuperanno di raccogliere le preziose uve della maison, in tutti i suoi 216 ettari siti non solo nei migliori Cru della Denominazione, ma soprattutto nelle zone meglio esposte, proprio a metà dei coteaux. Si parte dal villaggio di Cumières, nella Vallé de la Marne, dove la maison ottiene un Pinot Noir molto particolare ottimo per la vinificazione in rosso (e, quindi, la produzione dei rosé).

Continua a leggere

Champagne: anticipazioni sulla prossima vendemmia

In Champagne, la vendemmia è oramai alle porte e, anzi, secondo le previsioni del CIVC, dovrebbe iniziare la prossima settimana, quando i vigneti si popoleranno di ben 120.000 vendemmiatori. Un ottimo agosto stà portando le uve a maturazione ottimale, anche se l’andamento climatico è stato tutt’altro che facile.

Continua a leggere