Consiglio champagne a meno di 40 euro

Quante volte vi è capitato di essere invitati da un’amico/a cena e non sapere quale bottiglia portare… La solita di vino? È un dejà-vu e poi quale? Uno spumante, allora? Sì, ci può stare, ma volete fare bella figura, allora sarebbe meglio che questo spumante sia targato francese…
Uno champagne, insomma, il cui nome vi permetterebbe anche di fare una splendida figura, ma il problema è il costo di questo vino, soprattutto di questi tempi.

Già in passato ho detto che lo champagne non può essere bollato semplicemente e banalmente caro, perché il costo di una bottiglia è di per sé già piuttosto alto all’origine (circa 10 euro di sola uva, più vetro, tappo, lavoro manuale, capitale immobilizzato in cantina per almeno tre anni, costi di distribuzione, ecc…), ma questo non deve significare inavvicinabile. No. Infatti, se vi dicessi che ci sono ottimi champagne entro i 40 euro? Vi permetterebbe di fare un figurone a casa del fantomatico amico/a senza traumatizzare il portafogli. E anche se l’amico/a è un intenditore… Vediamo.

champagne a 30 euro, L. Huot & Fils Carte NoirL. Huot & Fils
Carte Noir
Da questo piccolo produttore della Cote Sud d’Epernay, di cui racconterò presto del suo affascinante non dosato, uno champagne classico, a maggioranza di Pinot, fresco e fruttato, con un gusto piacevolmente tendente al dolce. Classicamente semplice senza risultare mai banale.
Per fare una bella figura fuori dai soliti nomi. A 30,00 euro.

bottiglia di champagne Guy De Forez Reserve a men di 40 euroGuy de Forez
Brut Réserve
L’unica etichetta di questo produttore che affianca un po’ di Chardonnay al Pinot Noir di Les Ryceis. Per un risultato semplicemente straordinario di cui ho già avuto di parlare diffusamente su queste pagine. Splendido nella sua carnosità, la sua fine dolcezza, la rinferscante mineralità…
Rapporto qualità/prezzo prossimo all’imbattibilità. A 33,00 euro.

Champagne Alain Réaut Brut TraditionAlain Réaut
Brut Tradition
Autentica sorpresa il “base” di questo RM sito a Courteron, nell’Aube, e confinante con Fleury. E, proprio come Fleury, anche Réaut è biodinamico, dal 1992. Questa etichetta di solo Pinot Noir assemblaggio di tre annate è ricco e invitante, ovvero piacevole per via di un essere mai eccessivo nella sua fruttosità grazie alla bellissima vena acida.
Il lato buono degli champagne naturali. A 36,00 euro.

bottiglia di champagne Collard-Picard Cuvée PrestigeCollard-Picard
Cuvée Prestige
Il non millesimato di maggior spessore firmato dal nipote di René Collard. Metà Chardonnay e metà i due Pinot, senza malolattica e con vinificazione in botte. Per un vino spesso ma fresco, strutturato ma molto accessibile, con sfumature di dolcezza e maturità a renderlo piacevolmente coinvolgente. In altre parole tutto da godere. Anche a tavola.
Da provare assolutamente. A 38,00 euro.

champagne Pascal Agrapart TerroirsAgrapart
Terroir
Per molti Pascal Agrapart, in quel di Avize, è un mito. Grande interprete dello Chardonnay e della viticoltura naturale, propone questo blanc de blancs non millesimato, dosato da extra-brut, con i vini frutto di due vendemmie e parziale fermentazione in piccole botti. È un vino intenso e rigoroso, non semplicemente fresco ma dotato di nerbo acido e minerale, piacevolmente sapido.
Oltre il classico champagne. A 40,00 euro.

Chi li distribuisce
Agrapart – www.pellegrinispa.net
Collard-Picard – www.cecchi.net
Guy de Forez, Huot, Alain Réaut  – www.lungolaviafrancigena.it

0 commenti su “Consiglio champagne a meno di 40 euro”

  1. Illustre Alberto buonasera, le scrivo per una curiosità; lo champagne “vieille france” di Le Brun (maison che credo non esiste piu’) è lo stesso “vieille france” che si trova nel sito di C. De Cazanove? Grazie

    1. Buongiorno,
      immagino si riferisca a (Albert) Le Brun e non a Le Brun Severnay, giusto? Nel caso, il produttore esiste ancora, anche se negli anni si è spostato dall’originaria Avize a Chalon s/Marne, cambiando anche un po’ il suo stile. Dal 2003, poi, la cuvée Vieile France di Albert Le Brun è entrata a far parte della gamma di De Cazanove (che trova a Reims) con ben tre champagne V.F. (Brut, Rosé e Millesime)…

  2. Ciao , a leggere il sito ed i suggerimenti che dai , viene l’acquolina in bocca e verrebbe voglia di assaggiarli tutti..purtroppo non si ha tempo..e neanche soldi..ti ringrazio per queste informazioni .economiche.
    sono andato a vedere il sito di guy de forez. vende on.line, a prezzi decisamente più bassi di quelli che indichi tu. sono tentato a comperare qualcosa..chiedo consiglio.
    grazie , ciao

    1. I prezzi che indico io sono a scaffale in Italia, pertanto ovviamene diversi da quelli diretti in Francia…
      Consiglio, però, a proposito di cosa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *