Ordre des Coteaux: Fabrice Rosset è il nuovo Commandeur

20130408-234801.jpg

Ancora a parlare di Deutz, o meglio del suo Presidente Fabrice Rosset, che è stato nominato Commandeur dell’Ordre des Coteaux de Champagne, antichissima confraternita nata nel 1650 a opera di un gruppo di appassionati dei vini della Regione (all’epoca vini fermi, ovviamente) e poi riportata in auge nel 1956, stavolta per onorare il vino champagne e tutti i suoi estimatori. L’Ordre des Coteaux è supportato direttamente dagli stessi produttori, ma è anche legato al CIVC, il tutto al fine di promuovere l’immmgine dello champagne e della Champagne in Francia e nel mondo.

logo Ordre des Coteaux de Champagne.
Il logo dell’Ordre des Coteaux de Champagne.

L’Ordre è retto da un consiglio di Dignitaires all’interno dei quali, ogni due anni, è scelto un Commanduer, una sorta di presidente. È il Commandeur, insieme ad alcuni Dignitaires a rotazione, a presiedere tuti gli Chapitres, ovvero le riunioni della confraternita, e a nominare i nuovi confratelli in ciascuno di questi appuntamenti. I confratelli sono divisi per gradi: Chevalier, Officier, Officier d’Honneur e Chambellan. Il sottoscritto si onora di aver ricevuto anche quest’ultimo grado lo scorso anno in occasione dello Chapitre (La Fleur de la Vigne) che si tiene ogni giugno nel Palais du Tau a Reims.

Michel Drappier e Pierre-Emmanuel Taittinger.
I due precedenti Commanduers con il “pomponne”, Michel Drappier e Pierre-Emmanuel Taittinger.

Per la cronaca, il prossimo 18 aprile si terrà lo Chapitre italiano, a Roma, nella splendida cornice di Palazzo Farnese. La partecipazione è su invito.

A ogni modo, come dicevo all’inizio, Fabrice Rosset è il Commanduer per il prossimo biennio, succede a Michel Drappier e ora è lui il custode del “pomponne”, il simbolo dell’Ordre.

Non mi resta che fare le più sentite congratulazioni all’amico Fabrice per un biennio pieno di grandi eventi all’insegna della magia dello champagne!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *