Guida “Grandi Champagne 2016-17”: ci siamo quasi!

anteprima copertina grandi champagne 2016

Due settimane or sono abbiamo iniziato la stampa della nuova edizione (2016-17) della guida Grandi Champagne. Sarà disponibile nelle migliori librerie e, come al solito, anche direttamente qui sul sito a partire dalla metà di novembre. Ma, a brevissimo, inizieremo pure un’interessante campagna di prevendite…

È la terza della serie e continua quella crescita già vista tra la prima e la seconda edizione. Quindi più pagine (ora ben 450, un record!), più produttori (siamo a 90), più etichette recensite (oltre 320). Tra queste tante anteprime, anche di livello mondiale (Ayala Perle 2006, De Sousa Cuvée des Caudalies 2008, Deutz Amour 2006 e William 2006, Duval-Leroy Femme de Champagne Rosé 2007, Louis Roederer Cristal Rosé 2007, Philipponnat Clos des Goisses 2006, Pommery Louise 2004, Selosse Millésime 2005, Salon 2004, Veuve Clicquot Vintage 2008, tanto per citarne alcuni), nonché diversi champagne veramente top e non meno rari (Bollinger Vieilles Vignes 2005, Bruno Paillard Le-Mesnil 1990, Charles Heidsieck Charlie 1985, Dom Pérignon P2 Rosé 1995 e P3 1982, Gosset 430 Ans, Henriot Cuve 38, Krug Clos d’Ambonnay 2000, Moët MCIII e tanti altri). Non è superbia, ma nessun altro offre tanto, neanche lontanamente…

Degustazione champagne
29 gennaio 2015: all’Enoteca al Parlamento iniziano le degustazioni di questa nuova edizione della guida!

Vista la validità, poi, lo schema è rimasto invariato, quindi uno champagne per ogni pagina, con foto a colori della bottiglia, punteggio in centesimi, descrizione dettagliata del vino, degustazione articolata, indicazione grafica della tipologia (più secco o più dolce, più fresco o più maturo) e del prezzo. Come novità, però, nella pagina introduttiva che presenta ciascun produttore, abbiamo inserito un piccolo commento che lo sintetizza alla luce della nostra esperienza di degustazione.

Le degustazioni sono iniziate presso l’Enoteca al Parlamento a fine gennaio, per poi spostarsi da marzo nel ristorante bistellato Oliver Glowig, senza mancare un paio di puntate da Settembrini. Invariato il panel (Alberto Lupetti come curatore, Federico Angelini, Luca Boccoli, Daniele Tagliaferri e Alessandro Scorsone), che però ha guadagnato la presenza femminile della sommelier Laura Paone. Hanno però dato un contributo molto importante, in termini di critica e di presenze, Fabio Cagnetti e Guido Molinari, nonché Vania Valentini, e non sono mancati tanti amici in qualità di ospiti.

Degustazione champagne Pommery
Salvo qualche altra puntata all’Enoteca e un paio di tappe da Settembrini, le degustazioni si sono tenute al ristorante bistellato Oliver Glowig, sempre a Roma, per concludersi ai primi di settembre. In foto, ‘mimetizzato’ tra le bottiglie, si riconosce un’autentica ‘colonna’ del panel: Alessandro Scorsone.

Altra novità è il bicchiere utilizzato: dopo diversi calici impiegati nelle passate edizioni, con una preferenza al ‘Riesling’ della linea Vitis di Riedel, la casa austriaca è diventata nostro ‘partner tecnico’ con quel capolavoro che è il nuovo calice specializzato ‘Champagne Wine Glass’ della linea Riedel Veritas. Lo presenteremo in dettaglio la prossima settimana.

Al termine di ogni degustazione, infine, tutte le bottiglie assaggiate sono state sempre fotografate. E, in concomitanza con l’uscita della guida, queste foto saranno man mano pubblicate. Perché? Per questioni di serietà. Oggi, grazie a Internet e un po’ di fantasia, si può fare la scheda di un vino senza averlo assaggiato… Può tornare utile a dare lustro alla propria pubblicazione quando non si hanno certe bottiglie. Ma non è il nostro caso: possiamo dimostrare di aver effettivamente degustato tutte le bottiglie, quelle pubblicate e quelle no. 

Degustazione champagne Louis Roederer
Al termine di ogni degustazione, qui la Louis Roederer, sono state fotografate tutte le bottiglie assaggiate. Questo per dimostrare l’effettivo assaggio di ogni etichetta… Già, perché oggi, grazie a Internet, è fin troppo facile proclamare assaggi di alcuni vini e farne la scheda quando, invece, non è affatto vero.
Il protagonista di tutte le degustazioni della guida: il bicchiere sviluppato appositamente per lo champagne da Riedel “Champagne Wine Glass”, rivelatosi eccellente. Ne parleremo presto in maniera approfondita…
Il protagonista di tutte le degustazioni della guida: il bicchiere sviluppato appositamente per lo champagne da Riedel “Champagne Wine Glass”, rivelatosi eccellente. Ne parleremo presto in maniera approfondita…

Per lo stesso motivo, ogni degustazione pubblicata è frutto di un assaggio che ha visto coinvolti almeno tre componenti del panel, pertanto non troverete assaggi estemporanei, fatti qua e là da in qualche evento da una sola persona (pur se brava…) e poi spacciati come degustazioni effettive della guida. No.

Sarà una bellissima guida, e speriamo sarete d’accordo con noi. C’è costata tanta fatica e un investimento non indifferente in termini economici, ciò nonostante sarà venduta a 18,00 euro: una cifra estremamente competitiva per un pubblicazione di 450 pagine tutte a colori su carta patinata da 130 grammi! Ma la nostra idea è fare cultura dello champagne. E farlo seriamente…

A presto!

Degustazione champagne
Come nostra consuetudine, non sono mancati alcuni amici ospiti delle degustazioni: in questo caso, Lorenzo Ruggeri (Gambero Rosso) e Marcello Bergonzini (appassionato) discutono con parte del panel (Daniele Tagliaferri, Alessandro Scorsone e Laura Paone).
Degustazione champagne veuve clicquot
Tra le tante anteprime esclusive, alcune abbiamo potuto assaggiarle a Roma, ma per altre non abbiamo avuto problemi ad andare direttamente in Champagne. In foto, la nuova sala di degustazione del ‘Site de Production’ di Veuve Clicquot, dove lo chef de cave Dominique Demarville ci ha fatto assaggiare in anteprima mondiale i prossimi Vintage 2008. Solo a noi…

 

Vuoi essere avvisato in caso di promozioni e comunque quando la guida sarà ufficialmente disponibile?

Allora compila il form. Sarai tra i primi ad essere avvisato!

4 commenti su “Guida “Grandi Champagne 2016-17”: ci siamo quasi!”

  1. desideravo sapere se qualcuno poteva essere interessato all’acquisto di
    1 bottiglia
    Moet&Chandon champagne
    cuvee Dom Perignon Vintage 1966

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *