In anteprima il nuovo rosé di Ayala, sintesi della rinascita della maison

Etichetta Ayala Rosé N°8

Nel 2005 Bollinger acquistava la vicina Ayala, storica maison di cui parleremo presto in maniera approfondita. Mi limito ad aggiungere che gli ultimi champagne Ayala giunti sul mercato tra lo scorso e quest’anno stanno finalmente dimostrando che la ‘cura’ Bollinger sta funzionando. Eccome. E aggiungo anche che la maison è guidata da uno staff molto giovane, tutti con meno di quarant’anni, capitanati da Hadrien Mouflard e con una donna come chef de cave, Caroline Latrive.

Nel frattempo, però vorrei parlare di un nuovo champagne di Ayala, uno champagne ‘speciale’ se mi si passa il termine, uno champagne che per ora è pezzo unico e, per giunta, è pure una tiratura limitata a sole 15.000 bottiglie, anzi 14.700 per la precisione. Sto parlando del Rosé N°8, che sta preparandosi al debutto proprio in questi giorni…

Ayala ha un rapporto particolare con i rosé: ne ha in gamma uno tradizionale (Rosé Majeur), ma è stata anche la prima a proporne uno non dosato (Rosé Nature), purtroppo non più in produzione. Peccato. E forse sarà proprio per questo motivo che arriva questa nuova cuvée in rosa, nella quale il numero 8 ha un significato particolare. “Abbiamo scelto questo nome – spiega il Directeur Général Hadrien Mouflard – per il forte significato e il simbolismo che il numero porta in sé: rappresenta la Rosa dei venti, l’equilibrio cosmico, l’infinito, ma soprattutto perché indica il numero di anni che abbiamo impiegato per creare questo vino. Che, inoltre, è figlio della vendemmia 2008 (è un millesimato non dichiarato, N.d.A.) ed è uscito solo… dopo 8 anni!”.

Hadrien Soufflard e Caroline Latrive
Il ‘new deal’ di Ayala è fondato su un piccolo staff, giovane e motivato. Al timone della maison Hadrien Mouflard, in cantina Caroline Latrive.

L’idea del Rosé N°8 viene dal fatto che in Ayala volevano fare un rosato inedito che rispettasse appieno il nuovo stile della maison, con lo Chardonnay prevalente, chiave di volta dell’eleganza e della freschezza degli champagne Ayala. Da un lato, perché dall’altro, per rimanere il più vicino possibile alle origini di Ayala, le uve provengono tutte dalla Montagne de Reims: Rilly la Montagne per lo Chardonnay, Verzy, Verzenay e, naturalmente, Aÿ per il Pinot Noir. Poi il dosaggio: essendo Ayala una maison specializzata in dosaggi molto bassi o nulli, sorprende scoprire che il Rosé N°8 è dosato a 8 g/l. Vabbè, è vero che ritorna ancora una volta il numero 8, però… È ancora Hadrien Mouflard a fare chiarezza: “innanzitutto si tratta di un valore ancora ‘ragionevole’… Comunque, abbiamo fatto numerosi test di assaggio prima di decidere il dosaggio definitivo e alla fine 8 g/l si è rivelato il valore perfetto per questo champagne. Pertanto, non è stata una scelta di marketing, come potrebbe sembrare, ma è stato proprio il dosaggio che abbiamo ritenuto perfetto per questo vino. La 2008 è stata un’annata leggendaria, caratterizzata da una grande tensione, e il nostro obiettivo era un vino dalla perfetta bevibilità, per questo abbiamo aumento leggermente il dosaggio rispetto ai nostri standard”.

Confezione champagne Ayala Rosé n. 8
La confezione del Rosé N°8 toglie ogni dubbio sul fatto che si tratta di uno champagne inedito e molto particolare.

Rosé N°8

Bottiglia Ayala Rosé N°849% Pinot Noir, di cui il 5% in rosso, 51% Chardonnay
Naso assolutamente da rosé (e non è sempre scontato…), quindi giustamente fruttato, ma anche agrumato, oltre all’imprescindibile base minerale e alla bella freschezza. L’assaggio, impreziosito da una bollicina carezzevole, è rotondo e gustoso, morbido ma non molle, ancora fresco, con uno sviluppo bello disteso sulle note di mandarino e una chiusura non solo minerale, ma pure bella asciutta che sorprende quando si pensa al dato del dosaggio effettivo, quindi alla prova dei fatti perfettamente integrato. Alla fine si rivela un gran bello champagne, addirittura goloso, pertanto assolutamente piacevole, perfetto da solo, da bere spensieratamente, o a tavola con diversi piatti, dai salumi alle tartare, fino al sushi.
Voto: 90/100

Gli champagne Bollinger sono distribuiti in esclusiva da:
Gruppo Meregalli – tel. 039/2301980 – www.meregalli.it

2 commenti su “In anteprima il nuovo rosé di Ayala, sintesi della rinascita della maison”

  1. Buongiorno
    Non sapevo che Ayla fosse stata acquisita da Bollinger. Ho sempre creduto che fosse autonoma

    Cordiali
    Saluti

    1. Già, è proprio così e grazie alla proprietà Bollinger la maison sta finalmente rinascendo. Anzi, oggi possiamo dire che è rinata!
      Giusto oggi, pubblichiamo un articolo che presenta Ayala…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *