Champagne: terremoto tra gli chef de cave!

chef de cave dom perignon

L’inizio del 2018 ha visto il cambio di chef de cave da Billecart-Salmon e Pol Roger, ma si trattava di avvicendamenti programmati. Così come lo saranno a fine anno quello di Taittinger e quello di cui si è parlato e straparlato di Dom Pérignon, con Vincent Chaperon che raccoglierà la non facile eredità di Richard Geoffroy.

Continua a leggere

Vendemmia in Champagne: mai vista una simile!

Raccolta uva in champagne

La vendemmia in Champagne è praticamente finita. I più hanno terminato e solo chi ha iniziato più tardi (ad esempio, Anselme Selosse è stato tra gli ultimissimi, avendo cominciato a raccogliere solo il 4 settembre ad Ambonnay) sta portando in cantina gli ultimi grappoli. Quindi le uve sono arrivate ai pressoir, sono state delicatamente spremute (è incredibile quanto sia soffice la pressatura in Champagne: al termine, tra le vinacce, ci sono ancora diversi acini integri!) e poi i mosti sono passati nei tini o nei fusti di legno per la fermentazione.

Continua a leggere

Pochi giorni e inizia la vendemmia in Champagne!

Vendemmia champagne

Sabato scorso, 18 agosto, si è riunita a Epernay l’apposita commissione per decidere finalmente le date di inizio della vendemmia. La commissione, nell’individuare le date villaggio per villaggio, ha dichiarato che “le eccezionali condizioni climatiche della primavera e dell’estate ci danno l’opportunità di avere un millesimo molto bello nel 2018. Ancora una volta, dobbiamo trasformare quanto ci offrono la natura e il lavoro degli uomini attraverso giuste decisioni che nei prossimi giorni portino a raccogliere grappoli alla loro maturità ottimale.

Continua a leggere

Vendemmia 2018: 10.800 Kg e fine agosto!

Uve per champagne

Proprio ieri, a Epernay, s’è riunito il comitato del CIVC e ha deciso che la ‘resa commerciale’ della vendemmia 2018 sarà di 10.800 Kg/ettaro, ‘riserva individuale’ a parte. È una quantità d’uva prossima agli 11.000 Kg che avevo ipotizzato qualche giorno fa e identica a quella della scorsa vendemmia. Questo dato è stato deciso sulla base dei risultati più che positivi delle esportazioni nel 2017 (pari a circa il 50% delle vendite totali di champagne), che vede il ‘re dei vini’ in un ottimo stato di forma sui mercati mondiali.

Continua a leggere

Champagne: marcia d’avvicinamento alla vendemmia 2018

vendemmia in champagne

“C’est août qui fait le must” così gli champenois, a ricordare come sia questo il mese cruciale, che può dare una netta sterzata qualitativa a un’annata che sembrava mediocre, oppure compromettere una che sembrava molto promettente (come nella 2017…). E la 2018? È ancora presto per parlarne, ma tutto lascia presagire che sarà un’annata eccezionale (inverno freddo, poi piogge abbondanti, infine il caldo, nonostante qualche grandinata a giugno) e precoce nella vendemmia.

Continua a leggere

Bruno Paillard si dimette perché ama lo champagne!

Bruno Paillard

Chi è stato in Champagne questi giorni, probabilmente avrà sentito parlare un po’ tutti di una faccenda e, magari, avrà anche visto la doppia pagina su L’Union di mercoledi. A proposito di cosa? Le dimissioni di Bruno Paillard da Presidente della ‘Commission Protection de l’Appellation’ del CIVC, un ruolo che ricopriva da quasi vent’anni! Ma cosa è successo? Gli USA sono un paese che non riconosce come denominazione protetta lo champagne e così, in barba a ogni forma di correttezza, ha diversi produttori di vini spumanti (peraltro terrificanti…) etichettati allegramente come ‘champagne’.

Continua a leggere

Mercato champagne 2017: i primissimi dati

mercato champagne

Ecco un’anteprima del report sull’andamento del mercato dello champagne per quanto riguarda l’anno passato, quindi il 2017. Non si tratta ancora dei dati ufficiali del CIVC e non sono completi in quanto manca ancora l’importantissimo mese di dicembre 2017, però possiamo già parlare di una… ‘gran bella annata’. Infatti, dopo la lieve flessione del 2016, i numeri sembrerebbero ritornare ai livelli del 2015 (312,5 milioni di bottiglie), con una previsione superiore ai 311,2 milioni di bottiglie.

Continua a leggere

La mia esperienza a Modena Champagne Experience 2017

modena champagne experience 2017

  È vero. È stato un delirio. È stata una manifestazione che ha riunito in uno spazio limitato, seppur ordinato e luminoso come il Forum Monzani a Modena, una miriade di appassionati e professionisti. Nonostante i biglietti fossero esauriti da tempo. È stata difficoltosa l’apertura, la gestione delle persone in entrata (un solo ingresso per tutti, espositori compresi…), la suddivisione per ruoli, la distribuzione dei calici. Ed è stato, ovviamente, faticoso degustare le etichette più blasonate: la ressa era inevitabile.

Continua a leggere

Champagne Henriot: buon 2016… ottimo 2017!

Henriot

Nonostante abbia vissuto un nuovo e improvviso cambio al timone, la storica (è stata fondata nel 1808) maison de champagne Henriot chiude il 2016 in maniera a dir poco effervescente e si prepara a un 2017 ancora migliore. La guida di Gilles de Larouzière è oramai consolidata e quello che era stato un evento casuale e inatteso si è rivelato quanto mai benefico. Nipote del grande e compianto Joseph Henriot (è figlio della sorella di questi, Madeleine), M.

Continua a leggere