Grand Siècle, uno champagne d’eccezione

champagne verticale laurent-perrier

Ho già avuto modo di parlare della cuvée de prestige di Laurent-Perrier, proprio in occasione della degustazione di Les Réserves, massima espressione di questo champagne svelata in occasione dell’evento per il bicentenario della maison di Tours-sur-Marne. Ho raccontato della sua creazione da parte del grande Bernard de Nonancourt, della filosofia che sta dietro a questa cuvée, ma ho anche anticipato che sarei tornato sull’argomento per parlare della straordinaria verticale che ha avuto luogo quello stesso giorno. Il grande e compianto Bernard de Nonancourt ripreso durante la vendemmia.

Continua a leggere

Bruno Paillard al Trussardi alla Scala per raccontare l’NPU: un match affascinante

Verticale Chamapgne: Bruno Paillard con le quattro annate di N.P.U.

Envie de bulles – Chiara Giovoni Non sono un produttore di champagne, anche se mi piacerebbe tanto sposarne uno per risolvere la cogente questione degli approvvigionamenti! Amenità burlone a parte, negli anni ho notato che una delle soddisfazioni, se non LA soddisfazione più grande per un produttore di vino, è poter mettere in fila i suoi “pargoletti” in ordine di annata, in degustazioni chiamate verticali. Una verticale di vino, poi, diventa ancora più particolare se si tratta di champagne, poiché le maison di pregio producono millesimati solitamente quando le vendemmie sono particolarmente favorevoli.

Continua a leggere

Una grande dama di nome e di fatto

champagne verticale Veuve Clicquot La Grande Dame 1990 1989 1988

Barbe Nicole Ponsardin, meglio nota come M.me Clicquot: in suo onore, in occasione del bicentenario della maison, fu lanciata La Grande Dame. Tra le più belle esperienze in assoluto in Champagne, ho un ricordo indelebile e non meno piacevole di una giornata passata, oramai tre anni or sono, insieme a Federico Angelini al bellissimo Manoir de Verzy, proprietà di Veuve Clicquot nel villaggio omonimo (100% Grand Cru) della parte nord della Montagne de Reims con annesso vigneto.

Continua a leggere

Jacquesson: Cuvée 7xx in verticale completa

Forse – e mi ci metto io per primo – quando apriamo una bottiglia di champagne non millesimato siamo un po’ troppo frettolosi. L’idea comune, infatti, è che questi rappresentino il gradino di ingresso della maison e che la loro produzione importante impedisca il raggiungimento di un elevato livello qualitativo.

Continua a leggere