Coppia d’assi per Bruno Paillard: Chardonnay e 2012

Champagne Bruno Paillard Blanc de Blancs 2012

A rischio di ripetermi: Bruno Paillard, la maison, quindi lo stesso Bruno e sua figlia Alice, sono a mio avviso gli artisti dello Chardonnay. Non a caso, figurano ben tre blanc de blancs in gamma: l’omonimo Grand Cru, nella linea dei ‘Multi-Millésimé’, il Millésimé e il raro Le-Mesnil, coraggiosamente proposto anche come Coteaux Champenois Blanc.

Continua a leggere

L’evoluzione vincente di Jean-Baptiste Geoffroy

Champagne Geoffroy Empreinte 2014

Conosco Jean-Baptiste Geoffroy da tempo, condividendone l’amicizia con Fabrice Gass. Tra l’altro, gli champagne di Jean-Baptiste avevano ben figurato già nell’edizione 2016-17 della guida Grandi Champagne, ma poi una serie di vicissitudini indipendenti dalle nostre volontà e sulle quali mi consentirete di sorvolare, ci avevano un po’ allontanati. Nel frattempo, comunque, non erano mancati alcuni incontri a casa di Fabrice, in occasione di degustazioni alle quali Jean-Baptiste aveva sempre portato un suo champagne.

Continua a leggere

Rendez-vous con Billecart-Salmon: arriva il Meunier!

Champagne Billecart-Salmon N° 1

Nel corso del mio primo viaggio dopo il confinamento mi ero ripromesso un passaggio da Billecart-Salmon. Il passaggio sta diventando una bella abitudine perché, amicizie a parte, la maison di Mareuil sta mostrano una notevole progressione e, considerando che si trovava già a un eccellente livello, l’ambizione al vertice appare tutt’altro che velleitaria. Comunque, l’appuntamento era per il 17 giugno con Antoine Roland-Billecart, per una chiacchierata in funzione del mio libro La Mia Champagne, a seguire una degustazione con lo chef de cave Florent Nys.

Continua a leggere

La Chapelle du Clos si conferma al vertice di Cazals

La Chapelle du Clos 2014

Si è ormai quasi chiusa la vendemmia 2020 in Champagne, un’annata che sarà ricordata come una delle più particolari, nonché una delle più precoci, almeno secondo le indicazioni di inizio di raccolta fornite dal CIVC, che hanno seguito soltanto molti ‘livreur au kilo’ e alcune grandi maison, mentre la maggior parte dei produttori di maggior rilievo ha atteso, soprattutto nella Côte des Blancs. In linea di massima è stata un’annata mediamente calda e molto, molto secca. È mancata l’acqua in estate e questo ha reso il ciclo vegetativo tra fioritura e la maturazione corto.

Continua a leggere

Champagne Joseph Perrier: pronti al rilancio!

Maison Joseph Perrier

Trovo sia profondamente sbagliato scrivere di un vino senza conoscere il produttore. Come si può sedersi di fronte a una bottiglia, assaggiarla e poi sentenziare? Si rischiano clamorose cantonate, oltre a essere irrispettoso. Faccio un esempio: assaggio lo champagne X e lo boccio in quanto, a mio avviso, eccessivamente leggero. Poi parlo con il produttore e mi dice che il suo obiettivo è la spiccata finezza, addirittura la leggerezza di beva.

Continua a leggere

Le conferme del millesimato di Doyard

Doyard blanc de blancs 2012

Vertus, l’ultimo villaggio della Côte des Blancs, vanta un’invidiabile densità di produttori di livello, dalla grande maison (Duval-Leroy) a diversi vigneron e, per non farsi mancare nulla, pure la locale cooperativa è particolarmente valida (La Goutte d’Or, cui, tra l’altro, fanno riferimento i marchi Paul Goerg e Napoléon, oltre a produrre per conto terzi). Tra i vigneron ricordo i fratelli Fourny, Larmandier-Bernier, il giovane Guillaume Gallois e i Doyard, presenti addirittura con tre rami della famiglia, cui fanno capo altrettanti marchi diversi.

Continua a leggere

Champagne: sta per iniziare la vendemmia 2020!

Vendemmia in champagne

Al via la vendemmia in Champagne, visto che già oggi in alcuni villaggi dell’Aube si potrebbe raccogliere il Pinot Noir e il Meunier, mentre quest’ultima uva potrebbe essere portata in cantina a partire da domani anche in alcuni villaggi della Marne! Curioso, però, che oggi la vendemmia possa iniziare, ma senza conoscere la resa autorizzata, dal momento che solo domani, il 18 agosto, SGV e UMC si riuniranno per la terza volta dopo due fumate nere! Non era mai successo da quando esiste il CIVC e se neanche domani si dovesse trovare l’accordo, allora deciderà il Prefetto tramite l’Inao.

Continua a leggere

Benvenuto al ‘Club LeMieBollicine’

Debutta oggi la più ricca, completa, interattiva e pure bella (vedere per credere…) piattaforma dedicata allo champagne, che abbiamo deciso di battezzare ‘Club LeMieBollicine’! La piattaforma (quindi non un mero sito…) nasce dalla riflessione che finora il sito LeMieBollicine e la guida Grandi Champagne hanno camminato sempre vicini, ma pur sempre paralleli, da cui l’idea di unirli, farli non semplicemente coabitare, ma interagire. Non solo. In diversi ci hanno chiesto e richiesto le passate edizioni di Grandi Champagne, purtroppo esaurite.

Continua a leggere

L’asso nella manica di Billecart è lo Chardonnay

Billecart-Salmon Blanc de Blancs

Grande novità! Ha debuttato ieri il ‘Club LeMieBollicine’ una nuova  piattaforma, legata al sito, con accesso ad abbonamento annuale nella quale troverete tutte e cinque le edizioni della guida Grandi Champagne consultabili da remoto (con ottimizzazione sia desktop, che dispositivi mobili). La grafica innovativa e il potente motore di ricerca permettono una consultazione rapida ed efficiente, ma non mancano dei plus come lo sviluppo della propria cantina e la possibilità di inserire le proprie note di degustazione.

Continua a leggere

Clos des Goisses LV: è la volta del monumentale 1995!

Philipponnat Clos des Goisses L.V. 1995

Tra due anni, Philipponnat festeggerà un traguardo straordinario: 500 anni di presenza in Champagne! Nessun’altra maison può vantare una simile storicità, visto che la famiglia Gosset è sì qualche anno più antica, ma non è più presente nella maison omonima, mentre alla testa di Philipponnat c’è tuttora un membro della famiglia, Charles Philipponnat. E Philipponnat significa prima di tutto Clos des Goisses, un vigneto e uno champagne mitici.

Continua a leggere