Canard-Duchêne festeggia i 150 anni… con la V!

Champagne Canard-Duchêne V 2010

Tra i grandi chef de cave della Champagne va senza alcun dubbio annoverato Laurent Fedou. È una sorta di ‘braccio armato’ della famiglia Thiénot, essendo il responsabile di tutte le loro cantine. In particolar modo quelle della Champagne, quindi la stessa Thiénot, Canard-Duchêne, Marie Stuart e pure Joseph-Perrier. Non è champenois, Laurent Fedou, viene dal sud della Francia, però si è diplomato in enologia a Reims e poi ha avuto modo di fare esperienza in maison di primissimo piano.

Continua a leggere

Al debutto il 59° millesimato di Mumm

Recensione champagne Mumm millemimato 2012

Non riesco a darmi pace del fatto che ad aprile dell’anno prossimo Didier Mariotti lascerà definitivamente GH Mumm. Anche perché stava facendo uno splendido lavoro, ben al di là dall’essere concluso. Un lavoro che stava prendendo una svolta con l’arrivo del Grand Cordon, la naturale evoluzione del Cordon Rouge, che rimane ancora in gamma, però. E l’innovativa veste grafica del Grand Cordon ha anche rappresentato l’occasione per rivedere l’habillage di gran parte della gamma, alla quale non è stata estesa la bottiglia con il solco, bensì una grafica sulla medesima falsariga.

Continua a leggere

Philipponnat: è la volta del Clos des Goisses 2009! Ma non solo…

Etichetta champagne Philipponnat Clos des Goisses

Ogni volta che riesco, passo sempre con grande piacere da Philipponnat. Per salutare la mia amica Nicoletta, per fare quattro chiacchiere con il grande Charles e, ovviamente, per assaggiare qualche novità. L’ultima volta è stato lo scorso 6 settembre, con la vendemmia praticamente terminata (l’ultima pressata l’avrebbero fatta il giorno dopo…). Una vendemmia eccezionale, che ha visto il ‘Clos de Goisses’ raggiungere maturità eccezionali, pari a 12,04°, tenendo così fede alla sua caratteristica che gli permette di andare oltre l’annata in quelle più difficili.

Continua a leggere

Caspita che bello champagne il Dosage : Zéro di Bruno Paillard!

Champagne Bruno Paillard Dosage Zéro

In tempi assolutamente non sospetti (1985), Bruno Paillard iniziò a pensare a uno champagne non dosato. Anzi, lo creò proprio (Brut Zero), salvo rendersi subito conto che sarebbe stato prematuro – il mercato non era ancora pronto per uno champagne del genere – e che lo stesso champagne era “un pochino aggressivo”. Così quelle bottiglie rimasero in cantina. All’epoca, il clima della Champagne ben diverso dall’attuale (ne parlerò in dettaglio nel libro La Mia Champagne) rendeva complicato lo sviluppo di uno champagne senza zucchero aggiunto, a meno di non rischiare appunto eccessive durezze.

Continua a leggere

Una maison, un Grand Cru, un uomo: ecco la perfetta sintesi di Lallier

Champagne Lallier

Aÿ è considerato, fin dall’antichità, uno dei villaggi più stimati di tutta la Champagne. Già ben prima della nascita dello champagne, infatti, si parlava dei ‘Vins d’ Aÿ’ quando ci si voleva riferire ai vini più prestigiosi e interessanti di questa Regione. Non è un caso che sia stato immediatamente incluso nella famosa ‘Echelle des Crus’ del 1911, la scala che sanciva i migliori villaggi per qualità e valore delle uve.

Continua a leggere

Modena Champagne Experience 2018: il Club ha fatto centro, bravi!

Modena champagne

I numeri delle presenze e delle etichette degustate ormai li conosciamo: sono importanti e sono a dirci, una volta ancora, che Modena Champagne Experience è una manifestazione della quale sentivamo il bisogno e che mancava nel panorama italiano delle fiere enologiche. Rispetto all’anno scorso, peraltro, migliorata in termini di spazio, organizzazione interna e gestione dell’afflusso di persone. Lascerò, stavolta, la parte dedicata agli assaggi migliori della kermesse a un grande amico e collega dalla competenza, palato e anima di cui mi fido: Fabrizio Bandiera.

Continua a leggere

Il saluto di Richard è col botto: ecco il Dom Pérignon 2008!

Anno incredibile il 2018 per lo champagne. C’è stata una vendemmia a dir poco unica e sono usciti diversi ‘mostri’ di vini targati 2008. Il primo di questi ‘mostri’ è stato il Cristal, già presentato in anteprima su Grandi Champagne 2018/19, poi, cioè ora, sono usciti il Sir Winston Churchill 2008 di Pol Roger e a seguire, o meglio dal prossimo 1 novembre, pure il Vintage 2008 di Dom Pérignon.

Continua a leggere

La rinascita del Fût de Chêne dà sempre più ragione al coraggio di Claude Giraud

Henri Giraud Fût de Chêne MV12

Quando nel 2012 Claude Girard s’è presentato agli appassionati con un Fût de Chêne completamente rivoluzionato, molti sono rimasti perplessi, i più certamente stupiti. Infatti, questo champagne della fortissima personalità, nato con la vendemmia 1990, cessava di essere millesimato (ultimo prodotto il 2000) per farsi non millesimato. Anzi, multimillesimato, o, meglio ancora, MultiVintage, da cui il nome MV. Ci voleva coraggio per fare una cosa del genere, per porre fine a una pietra miliare dell’art champenoise, ma Claude l’ha fatto.

Continua a leggere

Oltre il dosage zéro: la scommessa (vinta) di Nicolas Jaeger

Champagne Alfred Gratien Cuvée 565 Brut

Non ho mai nascosto la mia personale predilezione per Alfred Gratien e, anche alla luce dell’eccellente reputazione di cui gode la maison nella stessa Champagne, non credo proprio di… essere fuori strada! Alfred Gratien è un baluardo della tradizione champenoise (vini con pH molto bassi poi fermentati in legno senza malolattica) e gli champagne sono innegabilmente gradevoli, nonché tesi e succosi.

Continua a leggere

Krug 1996: non c’è dubbio, è un capolavoro!

Krug Vintage 1996

Joseph Krug ha fondato la maison omonima e gettato le basi di uno stile diventato non solo un mito, ma un riferimento per tutti nel mondo dello champagne. Però è stato poi suo figlio (l’unico) Paul ad aver di fatto plasmato Krug. Ha acquistato il terreno a rue Coquebert dove Krug ha sede tuttora, soprattutto ha creato la Private Cuvée, proponendola come sans année e come millésime: in realtà sono proprio questi gli antenati di Grande Cuvée e Vintage rispettivamente.

Continua a leggere