Pizza e champagne: il “saltimbocca” di Enzo Coccia e il Mumm Blanc de blancs

pizza e champagne

Il “maestro pizzaiolo” Enzo Coccia, titolare de La Notizia al Vomero. L’Italia vanta un numero ineguagliabile di eccellenze gastronomiche ma, dovendone scegliere una sola quale simbolo universale, questa è certamente la pizza. Anzi, delle specialità italiane è la più diffusa e imitata, per questo c’è pizza e pizza. La migliore si fa certamente a Napoli, a opera di 5-6 pizzaioli veramente d’eccellenza, ma personalmente sono un fan di quella de La Notizia, il regno del “maestro pizzaiolo” Enzo Coccia. Enzo è l’erede di una famiglia di tradizione pizzaiola del centro storico di Napoli.

Continua a leggere

Jacquart: qualità confortante, anche in rosa

champagne jacquart rosé

Avevo avuto modo di parlare del rinnovamento dell’habillage degli champagne Jacquart, non mancando di ricordare come questi champagne sfoderino sempre un’ottima qualità, veramente degna di nota nei non millesimati, eccellente nella cuvée di punta Brut de Nominée. E l’ulteriore conferma l’ho, l’abbiamo avuta durante le degustazioni della guida “Grandi Champagne 2012”.

Continua a leggere

In anteprima, la tanto attesa Grande Dame 2004

bottiglie di champagne Veuve Clicquot La Grande Dame 2004

Da sempre, La Grande Dame è prodotta solo da alcuni specifici vigneti di proprietà siti ad Ambonnay, Aÿ, Bouzy, Verzy e Verzenay per il Pinot Noir e ad Avize, Le-Mesnil e Oger per lo Chardonnay. Gran parte di questi vigneti fu acquistata a suo tempo dalla stessa M.me Clicquot. Dominique Demarville, chef de cave della maison, vanta non solo un curriculum eccezione (nel 1998, all’età di soli 31 anni, è diventato il più giovane chef de caves della storia di champagne, da Mumm), ma soprattutto un’abilità e una sensibilità fuori dal comune.

Continua a leggere

Pierre Péters e il rosé a Le-Mesnil

bottiglie di champagne Pierre Peters

Pierre Péters è un nome molto noto tra gli appassionati di champagne per via della purezza di espressione dei suoi blanc de blancs, sempre perfettamente coerenti con il magico terroir di Le-Mesnil-sur-Oger. Rodolphe Péters, quarta generazione e autentica anima di questo piccolo récoltant di Le-Mesnil.

Continua a leggere

Lanson e Chardonnay: accoppiata vincente

Mi piace sempre più Lanson e se già nel corso delle degustazioni della guida “Grandi Champagne 2012” era emerso tutto il valore di questa maison, ogni volta che mi capita di visitarla e rifare degli assaggi in sede sono sempre più convinto della bontà di questi champagne. Philippe Baijot, cofondatore del gruppo BCC e presidente di Lanson, che ha acquistato nel 2006 e sta già riportando sui livelli di eccellenza che le competono.

Continua a leggere

Consiglio abbinamento: Grana-Padano e champagne. È gustosissimo e… aiuta

come abbinare il grana padano allo champagne

Se nello scorso post ho ripreso l’invito del direttore del Consorzio del Grana-Padano ad acquistare questo formaggio e il “cugino” Parmigiano ora più che mai, beh, allora vediamo come godere al meglio del suo gusto, regalando così un momento di piacere a noi stessi e, al contempo, aiutando i produttori, duramente colpiti dal sisma.

Continua a leggere

Grana-Padano e Parmigiano-Reggiano: aiutiamoli!

grana padano

La tragedia che ha colpito l’Emilia ha devastato una terra meravigliosa, messo a dura prova lo spirito di gente straordinaria, segnato profondamente le eccellenze della gastronomia italiana. E tra queste eccellenze il Grana-Padano e il Parmigiano-Reggiano sono quelle che hanno subito le ferite più gravi.

Continua a leggere

Voglia di champagne? Tutti da Settembrini (Roma)

settembrini

Desiderate conoscere meglio lo champagne, nonostante… questo sito e la guida “Grandi Champagne 2012”? E vi piacerebbe farlo concretamente, quindi “toccandolo con mano”, ovvero bevendolo? Oppure, lo champagne vi piace, magari proprio come aperitivo durante questa stagione più calda, ma il costo vi limita? Ebbene, per tutto ciò nasce il Club Champagne di Settembrini, oramai non più solo enoteca, non più solo ristorante, ma meta romana a 360° per quanto riguarda l’enogastronomia e i cocktail.

Continua a leggere

Alla scoperta della nuova annata Gosset, la 2004

bottiglia di champagne gosset 2004

Gosset è il più antico produttore di vino in Champagne (datato ben 1584), anche se poi allo champagne è arrivato curiosamente solo nel 1946. Ma poco importa, perché questa piccola maison da circa un milione di bottiglie oggi è considerata tra le eccellenze della Regione. Soprattutto grazie all’opera degli attuali proprietari (la famiglia Cointreau, quella del ramo che possiede lo straordinario Cognac Frapin), che l’acquistarono giusto venti anni or sono. E che, nonostante l’abbiano fatta crescere in produzione (dalle 350.000 bottiglie originarie al milione di oggi), l’hanno fatta crescere parallelamente anche in qualità.

Continua a leggere