Champagne 1988: un’annata eccezionale in degustazione

champagne verticale 1988

(II PARTE) Come promesso, ecco la seconda e conclusiva parte di quella che è stata per me una delle più straordinarie degustazioni di champagne mai fatte: l’orizzontale di 1988. La ritengo, infatti, una delle più belle annate della storia della Champagne e dello champagne, e… i risultati si vedono! Questa seconda parte è dedicata alle cuvée a prevalenza di Pinot Noir, a eccezione di… un ‘intruso’, un piacevolissimo intruso.

Continua a leggere

Champagne 1988: un’annata eccezionale in degustazione

bottiglie di champagne annata 1988

(I PARTE) Come ho avuto modo di anticipare negli articoli sulle Migliori annate in Champagne, per me è la 1988 la vera, grande annata, grazie a una ricchezza paragonabile alla 1990 e un’acidità vicina alla 1996. Un’annata a cinque, anzi a sei stelle, dunque, ma com’è stato l’andamento? La 1988 è iniziata con un inverno e una prima parte della primavera eccezionalmente regolari, anche se il primo è stato piuttosto asciutto in linea generale, mentre la seconda successivamente un po’ altalenante tra periodi umidi e altri asciutti.

Continua a leggere

Champagne le annate migliori. Ultima parte, dalla 1996 alla 1988

champagne annate migliori, vigna

(III PARTE – Annate dalla 1996 alla 1988) Articolo diviso in tre parti, per leggere sulle altre annate, ecco i link: (I PARTE – Annate dalla 2008 alla 2003) (II PARTE – Annate dalla 2002 alla 1997) L’ultima parte di questo approfondimento legato alle vendemmia in Champagne ci porta al cospetto di autentici pezzi d’opera: si inizia con la “mitica” 1996 (anche se per gli champenois poi non è stata proprio tale…) per passare subito a un’altra grande, quindi via via concludiamo con quella che per me è veramente stata la très grande année en Champagne, la 1988… Ricordo che, per ciascuna annata, riporto la valutazione ufficiale e la mia personale – sotto – in chiave millesimati (i due gruppi di stelle rispettivamente), l’andamento della stessa annata, i valori medi di maturità (alcol potenziale) e freschezza (acidità), la resa media (novità per questa terza puntata…), il mio commento e quelli che a mio avviso sono gli champagne “migliori”. Champagne le annate migliori, ecco gli anni dal 1996 fino al 1988.

Continua a leggere

Le annate dello Champagne, quali sono le migliori

taglio uva per lo champagne

(II PARTE – Annate dalla 2002 alla 1997) Articolo diviso in tre parti, per leggere sulle altre annate, ecco i link: (I PARTE – Annate dalla 2008 alla 2003) (III PARTE – Annate dalla 1996 alla 1988) La conoscenza delle ultime 20 vendemmie della Champagne ci porta, in questa seconda puntata, subito al cospetto di un’annata per molti eccezionale.

Continua a leggere

Quali sono le migliori annate in Champagne?

annate migliori in champagne

(I PARTE – Annate dalla 2008 alla 2003) Articolo diviso in tre parti, per leggere sulle altre annate, ecco i link: (II PARTE – Annate dalla 2002 alla 1997) (III PARTE – Annate dalla 1996 alla 1988) È un articolo che avrei dovuto fare da tempo, lo so, sia perché spesso mi si fa proprio questa domanda (qual è la migliore annata in champagne? Appunto…), sia perché può tornare utile sapere quale sia il millesimato da non farsi scappare e quale, invece, possa non valere troppo la pena inseguire.

Continua a leggere

Champagne 1996: degustazione terza parte

degustazione orizzontale 1996

Terza Parte LINK PRIMA PARTE LINK SECONDA PARTE Ultima puntata dedicata alla grande degustazione orizzontale degli champagne 1996. In quest’ultima batteria lo Chardonnay scende a circa un terzo nell’assemblaggio e sale in cattedra il Pinot Noir. Champagne 1996 III parte, verso il regno del Pinot Noir Veuve Clicquot – La Grande Dame 64% Pinot Noir, 36% Chardonnay L’approccio olfattivo esprime inequivocabilmente un’abbondanza, una ricchezza di materia straordinaria, esaltata da una grande freschezza. Si capisce subito che è una bottiglia importante e in forma splendida.

Continua a leggere

Champagne 1996: degustazione seconda parte

champagne degustazione 1996

Seconda parte LINK PRIMA PARTE LINK TERZA PARTE Continua la grande degustazione orizzontale dedicata agli champagne della vendemmia 1996. Dallo Chardonnay in purezza, o quasi, ci spostiamo verso assemblaggio che coinvolgono il Pinot Noir in maniera praticamente paritetica… Champagne 1996 II parte, tra Chardonnay e Pinot Perrier-Jouët – Belle Èpoque 50% Chardonnay, 45% Pinot Noir, 5% Pinot Meunier Assaggio sofferto per questo champagne: dopo ben due bottiglie bouchonnée, lo chef de cave ne manda una appositamente selezionata e priva di habillage.

Continua a leggere

Champagne 1996: imperdibile degustazione

bottiglie per questa degustazione di champagne annata 1996

Prima Parte In Italia basta pronunciare “1996” a un appassionato di champagne perché questo sgrani gli occhi e inizi pensare a bottiglie straordinarie. Eppure, in Champagne, nessuno chef de cave vi dirà che è stata un’annata straordinaria. La 1988 e la 1990 lo sono state, sì, mentre della 1996 vi diranno immancabilmente che è stata un’annata “estrema”.

Continua a leggere

Champagne, i dati export del 2011

bottiglie di champagne in cantina

Puntuale, il CIVC ha ufficializzato i dati relativi alla bottiglie di champagne che hanno lasciato le cantine delle maison nel corso del 2011. Ci si aspettava un ottimo risultato e, in effetti, sono state vendute complessivamente circa 323 milioni di bottiglie, per un valore di 4,4 miliardi di euro e una crescita quantitativa del 7% rispetto all’anno passato.

Continua a leggere