Non solo Pinot Noir per il bravo Benoît Lahaye…

Recensione Benoît Lahaye Blanc de Blancs

Nonostante sia un produttore piccolino, Benoît Lahaye ha saputo imporsi all’attenzione degli appassionati. Non solo di quelli fortemente inclini agli champagne cosiddetti ‘bio’, ma di tutti. Infatti, nonostante venga fatto passare come una sorta di totem del ‘bio’, Benoît può vantare una gamma di champagne bellissimi, caratterizzati da energia, tensione, lodevole equilibrio e, soprattutto, mai rustici o improbabili. Ancor meglio la definizione dell’amico appassionato Marcello Bergonzini, che trova gli champagne di Lahaye “sani”: meglio di così! Personalmente, credo che il suo Blanc de Noirs sia tra i migliori Pinot Noir in purezza di Champagne.

Continua a leggere

Champagne, tre consigli per l’autunno dal prezzo contenuto

foto di villaggio nella champagne

Envie de bulles – Chiara Giovoni Prefazione Come annunciato in occasione della sua conquista del titolo di Ambasciatrice dello Champagne per l’Italia, inizia la collaborazione di Chiara Giovoni con questo sito, contraddistinta dall’occhiello “envie de bulles”. Una collaborazione fortemente cercata da entrambi e impostata alla massima libertà: Chiara sceglie di cosa parlare e assegna i suoi punteggi. Semmai, nello spazio commenti, dirò la mia su questi qualora ci dovesse essere discrepanza tra i suoi e i miei, ma credo proprio si tratterà di casi rari.

Continua a leggere