Champagne: il racconto di anni e anni di esperienze

Il mio ultimo viaggio in Champagne (anche se sono nuovamente in viaggio mentre starete leggendo queste righe…) si è concluso con questa immagine usata proprio per aprire il pezzo, con le vigne rigogliose e un orage in arrivo. Sapete che viaggio spesso con la Champagne quale meta, ma quest’anno la frequenza dei viaggi è diventata veramente impressionante e ha spiazzato pure me.

Continua a leggere

Last minute: cinque champagne per l’ultimo dell’anno da comprare sotto casa

Poche ora all’arrivo dell’anno nuovo. Senza dubbio ci si è organizzati per tempo tra pietanze e vini, ma può sempre capitare l’emergenza dell’ultimo minuto… Un invito inatteso, la mancanza dell’irrinunciabile bottiglia per mezzanotte e tra poche ore tutti i negozi chiudono. Che fare? E, soprattutto, come fare? Bene, ecco il consiglio per cinque bottiglie di champagne da trovare facilmente sotto casa (dall’enoteca a negozi anche meno specializzati) e che permettono di celebrare nel migliore die modi l’anno nuovo.

Continua a leggere

Champagne Mumm: ancora tu con la Lalou…

Fa quasi rima, ma anche lo scorso anno abbiamo rispettato quella che è nel frattempo diventata una piacevolissima tradizione ogni fine d’anno: la degustazione con Didier Mariotti, chef de cave di Mumm, e il successivo pranzo insieme per celebrare le feste di fine anno. Il tutto, come sempre, abilmente organizzato da Laura Sileo, Brand homes & education director di Martell, Mumm e Perrier-Jouët.

Continua a leggere

Dalle cantine Mumm… valanga di novità!

Mentre starete leggendo questo articolo mi troverò da G.H. Mumm per il consueto appuntamento di fine anno. Un appuntamento sempre graditissimo in quanto prima di tutto conviviale, amichevole, ma anche un appuntamento volto a scoprire annate inedite e nuovi assemblaggi, pure assaggiare qualche chicca storica, soprattutto fare un po’ il punto della situazione del lavoro di Didier Mariotti, lo chef de cave che sta dimostrando un’abilità quantomeno talentuosa.

Continua a leggere

Mumm e la “Collection du Chef de Cave”: è la volta del 1996

Ho recentemente avuto modo di introdurre l’ultimissima novità Mumm, la Collection du Chef de Cave: si tratta di alcune particolari annate, rigorosamente in magnum, di vecchi Cordon Rouge Millésime (una linea di ‘œnothèque’, quindi, se preferite) selezionate personalmente da Didier Mariotti, appunto lo chef de cave della maison di Reims.

Continua a leggere

Mumm e Didier Mariotti: coppia perfetta!

Puntuale come ogni anno, eccomi a fare il consueto punto della situazione sugli champagne Mumm dopo la mia visita di dicembre. Un visita che in realtà è una degustazione approfondita con lo chef de cave Didier Mariotti al fine di toccare con mano il suo lavoro.

Continua a leggere

Masterclass Mumm 2016

Ripartono le Masterclass Champagne tenute da Alberto Lupetti. Per la prima del 2016 è la volta di Mumm! Dubbi sul marchio? È vero, per certi versi potremmo darvi anche ragione… D’altronde, si sa che ci vogliono decenni a farsi una reputazione d’eccellenza, ma poi basta un attimo per rovinarsela e poi è dura risalire la china.

Continua a leggere

Mumm lancia l’esclusiva “Collection du Chef de Cave”! Ecco il 1990

Ora, non voglio dire che sia proprio una moda, però sono davvero tanti i produttori, grandi e piccoli, che stanno proponendo i loro vecchi millesimati. Ovviamente questo avviene a fronte di quantità contenute, ma si tratta comunque del miglior modo per godere di uno champagne ‘vintage’ perfetto, in quanto conservato nelle cantine d’origine nonché, nella maggior parte dei casi, degorgiato per l’occasione.

Continua a leggere

Gli champagne di Mumm: facciamo un punto della situazione

Nel mio ultimo viaggio in Champagne, per le ultimissime anteprime da inserire nella nuova edizione della guida, ho incontrato casualmente Didier Mariotti, l’oramai celebre chef de cave di Mumm. Offrendomi gentilmente un calice di un fantastico Cordon Rouge Millésime 1979 (!), mi ha invitato per fare un nuovo punto della situazione sul suo eccellente lavoro, quindi nel giro di un paio di mesi spero di potervi raccontare un ulteriore, appassionante step della rinascita di questa storica maison.

Continua a leggere

Mumm René Lalou 1982: quando la magnum fa la differenza

Pensiamo – sì, mi ci metto anch’io – sempre a 1988, 1990, 1995 come a grandi annate, però ci dimentichiamo della 1982. Già, perché anche questa è stata un’annata eccezionale: andamento prossimo all’ideale, con un inverno molto freddo, una primavera inizialmente fresca che, poi, ha visto le temperature salire rapidamente, fino alla fioritura di giugno semplicemente perfetta.

Continua a leggere