Champagne: il racconto di anni e anni di esperienze

Il mio ultimo viaggio in Champagne (anche se sono nuovamente in viaggio mentre starete leggendo queste righe…) si è concluso con questa immagine usata proprio per aprire il pezzo, con le vigne rigogliose e un orage in arrivo. Sapete che viaggio spesso con la Champagne quale meta, ma quest’anno la frequenza dei viaggi è diventata veramente impressionante e ha spiazzato pure me.

Continua a leggere

Nicolas Feuillatte Cuvée 225 Rosé: ancora dubbi sulla (grande) cooperativa?

Avevo un po’ trascurato (o addirittura ignorato?) Nicolas Feuillatte, da un bel po’, lo ammetto, sia perché ero rimasto con l’idea tutt’altro che incoraggiante del loro classico brut sans année di qualche anno fa, sia perché, come quasi tutti gli italiani, quando sento la parola cooperativa non penso istintivamente a nulla di buono. Nonostante in Champagne ci siano esempi validi in tal senso, beninteso, anche se poi le dimensioni gigantesche di Nicolas Feuillatte avevano finito per rafforzare il pregiudizio.

Continua a leggere

Un gradito ritorno con un gran bello champagne

In Italia abbiamo una pessima opinione delle cooperative vitivinicole, ma in Francia le cose stanno diversamente, come dimostrano in maniera particolare numerose realtà del genere nella Champagne. La maggior parte di queste fornisce uve e mosti (a volte perfino bottiglie sur lattes…) a molti produttori di champagne, anche di primissimo piano, altre, fermo restando questa attività, producono pure champagne a proprio marchio.

Continua a leggere

Champagne e… ostriche, qualche consiglio

Envie de bulles –Chiara Giovani Chi pensa che l’abbinamento ostriche (crude) e champagne sia quel volgare luogo comune che millanta proprietà afrodisiache può pure smettere di leggere esattamente qui! Nel trattare di cibo e di vino non sono ammessi preconcetti e banalizzazioni, specie quando si parla di prodotti estremamente ricchi nelle loro declinazioni e varietà, e, di conseguenza, nelle loro proprietà  di abbinamento a tavola. Ma andiamo con ordine, quindi, prima le signore.

Continua a leggere