Eh sì, il Comtes de Champagne è proprio il miglior blanc de blancs!

Nel 1945 François Taittinger, secondogenito del fondatore Pierre, prende le redini della maison di famiglia e ne fissa lo stile legato allo Chardonnay. Non solo: recupera definitivamente le strutture sotterranee (cripte dei monaci e crayères) sotto quella che fu l’abbazia di Saint-Nicaise e ne fa le cantine per la maturazione dei migliori champagne Taittinger.

Continua a leggere

I dodici champagne imperdibili per un appassionato

Questo articolo mi è stato molto acutamente suggerito da un lettore, Giacomo, che mi chiedeva, nello spazio commenti del pezzo “Quali sono gli champagne più pregiati al mondo?” di suggerire una serie di champagne ‘da intenditori’, quindi quelle bottiglie che un appassionato non dovrebbe assolutamente mancare, almeno una volta nella vita. Ottima idea! Così ho pensato di fare una ‘top 10’, anzi due, una dedicata proprio a questi champagne da appassionati, ma anche un’altra articolata sugli champagne imperdibili per il grande pubblico.

Continua a leggere

Consigli per brindare “in grande” all’anno nuovo

Ci siamo, domani si chiuderà il sipario sul 2013 e dalla mezzanotte si aprirà quello sul tanto atteso 2014. Tanto atteso perché quest’anno che volge al termine non è stato bello, diciamocelo francamente, e siamo in molti ad aspettarci qualcosa di buono, quantomeno di meglio dall’anno nuovo… A ogni modo, il 31 sera si brinda, si brinda con le bollicine e, naturalmente, lo champagne è il modo migliore per farlo. Almeno per quanto mi riguarda.

Continua a leggere

Champagne: consigli per il cenone e il pranzo di Natale

Ci siamo, sono arrivate le feste di questa ultima parte del 2013, Natale in primis. Nonostante la crisi che ancora attanaglia il Belpaese e le inevitabili ristrette cui saranno costrette molte famiglie, gli italiani cercheranno di non rinunciare al cenone natalizio e al pranzo del 25 (si stima oltre un miliardo di euro di spesa per il primo e addirittura di più per il secondo), forse i più importanti momenti conviviali a tavola.

Continua a leggere

Anteprima Comtes de Champagne Rosé 2005: caspita quanto è buono!

Bottiglie di Comtes de Champagne Rosé assaggiante insieme alla famiglia Taittinger nella loro splendida proprietà dello Château de la Marquetterie. Avevo presentato qui il Taittinger Comtes de Champagne 2002, annunciando anche che a seguire sarebbe arrivata la versione omologa in rosa. Ebbene, ecco il Comtes de Champagne Rosé 2005, anch’esso in anteprima mondiale. Questo eccellente champagne è uno dei primi rosé tra le cuvée de prestige, nato con la vendemmia 1970.

Continua a leggere

Taittinger Comtes de Champagne: 2002 in anteprima mondiale!

Tra i grandissimi champagne, quelli che abbinano la natura di grande vino a un’aurea mitica, ce n’è uno che meriterebbe maggiore attenzione. È il blanc de blancs di punta di Taittinger, il Comtes de Champagne, creato da Pierre nel 1952 (e poi lanciato nel 1957) per onorare i Conti di Champagne, che diedero grande benessere alla regione intorno all’anno 1000 e la cui residenza fa parte da tempo delle proprietà Taittinger. È uno champagne d’eccellenza, di nobile raffinatezza e grandissima longevità, prodotto in circa 200.000 bottiglie nelle annate più favorevoli.

Continua a leggere

Il Taittinger meno noto (ingiustamente)

Lo champagne più conosciuto (e più “buono”) di Taittinger è certamente il Comtes de Champagne, massima espressione della maison di Reims. Ma non sono da meno il Millésime (il 2004 ha ottenuto risultati lunsinghieri nella guida “Grandi Champagne 2012”), anche se non molto popolare, e il Brut Réserve, uno dei non millesimati più sorprendenti ultimamente, forse tra i più validi in assoluto. Però in gamma figura anche un’altra etichetta di valore, pur se quasi sconosciuta ai più: Prélude.

Continua a leggere