Una figlia e un blanc de blancs inusuale, ma… buonissimo!

A ‘Modena Champagne Experience’ dello scorso anno, uno degli champagne che ha ricevuto i maggiori favori del pubblico, tanto da risultare ‘esaurito’ già nel pomeriggio del primo giorno, è stato il blanc de blancs di Trousset-Guillemart. Un produttore che oramai abbiamo imparato a conoscere e che si sta facendo apprezzare rapidamente in Italia egli stesso, soprattutto con i suoi Crème Brut e Rosé.

Continua a leggere

Ma quanto è buono il Rosé di Trousset-Guillemart!

Non sono io a dirlo, nonostante l’ottimo giudizio in Grandi Champagne 2018-19, ma appassionati e non. Me ne sono reso conto negli ultimi giorni, essendo capitato in una serie di eventi più o meno informali nei quali questo champagne era presente. I feedback sono stati a dir poco positivi: questo champagne conquista letteralmente il grande pubblico, strappa commenti favorevoli agli appassionati.

Continua a leggere

Trousset-Guillemart: quando lo champagne significa piacere

Non è la prima volta che si parla di Trousset-Guillemart su questo sito e non è la prima volta che si parla di questa etichetta: lo ha già fatto Alberto tempo fa. Allora? È uno champagne spensierato, primaverile… forse anche per questo, ritorno a scriverne. Un infuso di freschezza, briosità, vitalità e altissimo nitore olfattivo.

Continua a leggere

Il nuovo millesimato di Trousset-Guillemart: sorpresa o… conferma?

Tra i numerosi (sono ben 5.000) piccoli produttori di champagne è difficile oggi trovarne di veramente validi: i più bravi sono già stati ‘scoperti’ da tempo. Ciò nonostante, qualche eccezione c’è ancora e riguarda soprattutto la più giovane generazione (meno di trent’anni) di vigneron che da pochi anni si è affacciata nel panorama champenois. Il risultato è che già quest’anno vedremo le loro primissime bottiglie e – fidatevi! – queste saranno (sono) davvero splendide.

Continua a leggere

Consigli flash: Trousset-Guillemart Rosé

Un altro rosé e un altro rosé certamente per tutti, complice anche il prezzo molto competitivo (meno di 40 euro). È un assemblaggio delle tre uve con poco meno del 10% di vino rosso (da Pinot Noir) e dosaggio basso (4,5 g/l) prodotto da questo giovane (2008) vigneron della cosiddetta Petite Montagne. Come i rosé di razza, marca più gli agrumi rossi che il frutto e rispetta perfettamente lo stile della maison con una personalità improntata a grande freschezza e netta pulizia.

Continua a leggere

Bevibilità premiante con gli champagne di Trousset-Guillemart

Posso dire che scoprire nuovi produttori di champagne degni di nota è oggi piuttosto complicato. Quelli di valore, infatti, sono tutti già importati in Italia, o quasi, mentre eventuali sorprese positive hanno una produzione talmente piccola da essere, di fatto, inesistenti, oppure hanno ancora bisogno di mettersi a punto del tutto. A quest’ultima categoria faceva evidentemente parte Trousset-Guillemart, piccolo produttore (è un RM da circa 70.000 bottiglie annue) quel di Les Mesneux, nella cosiddetta Petite Montagne.

Continua a leggere